Interpretazione dei sogni

Quanto dura la Quaresima: quando inizia e quando finisce

Pin
Send
Share
Send
Send


Un vicino di casa negli ultimi cinque anni ha colpito la fede: va ai servizi, osserva il digiuno, prega molto. Recentemente ci incontriamo sulle scale: ho un pacchetto completo di tutto buonissimo. Mi ha guardato, sul pacco e ha chiesto: "Non digiuni?". È diventato un po 'imbarazzante, perché sono un credente, ma raramente vengo in chiesa: tutto è business, affari. E così l'ho persa di vista che lei ha deciso di scoprire quando inizia la Quaresima e quanto dura, e con tutti i mezzi pentirsi, cosa che ho avuto successo. Condivido le informazioni ricevute e invito tutti a unirsi.

L'inizio della quaresima è segnato dalla fine della settimana del pancake. La comprensione laica di Shrovetide include celebrazioni rumorose, il consumo totale di chicche. Infatti, come l'altra settimana, oltre al riposo morale e fisico, comporta la preparazione spirituale per l'astinenza a lungo termine. La Quaresima consiste nella Quarta e Settimana Santa.

Ottimo post: storia di origine

La tradizione del digiuno risale all'Antico Testamento. Per molto tempo gli ebrei digiunarono due volte a settimana: martedì e giovedì, mentre i cristiani che andavano in fede accettavano il mercoledì e il venerdì per se stessi. Questa istituzione è ancora valida, ma non tutti coloro che camminano nel mondo lo osservano.

L'origine della Quaresima ha un carattere missionario. Inizialmente, il digiuno era la prova della fede, della fortezza e della fede dei pagani, pronti per essere battezzati. Poi hanno battezzato a un'età consapevole e solo per le festività cristiane come Natale o Pasqua. Alla vigilia di tali eventi, i pagani che erano pronti a respingere i loro dei dovevano rafforzare il loro spirito, mettersi alla prova. I cristiani non hanno pregato.

Ora immagina quanto difficile e ingiusto fosse il test ai pagani: quando andavano a visitare i compagni cristiani, vedevano carne e altro cibo che non potevano digiunare e ascoltavano Cristo mentre i cristiani divoravano tutto questo cibo. Pertanto, i cristiani si sono uniti risolutamente alle "reclute" per dimostrare il loro sostegno, infondere fiducia in loro e aiutare con le preghiere e le azioni.

I cristiani in quei giorni si limitavano al cibo e all'intrattenimento nella Settimana della Passione - la settimana più severa della Grande Quaresima, quando nulla è possibile, anche se lo spirito santo mangiava alla vigilia di Pasqua. Forse è per questo che c'è una divisione del post stesso nella Settimana della Fortuna e della Settimana della Passione.

11 marzo - il giorno in cui la Quaresima inizia nel 2019 e il 27 aprile, quando finisce. In questo momento, anche le preghiere sono lette in modo diverso, a testimonianza della peculiarità del momento.

Perché osservare la quaresima

Come gli altri, la Quaresima ha uno scopo, un compito per attaccare i vincoli.

  • Prima di tutto, in questo momento, rinunciamo alla confusione mondana e comunichiamo con Dio, con preghiere e azioni siamo rafforzati nella fede.
  • La grande Quaresima aiuta a purificare il corpo e l'anima, a prepararsi per le brillanti vacanze di Pasqua. Non si tratta di una dieta rigida su pane e acqua, ma di trovare armonia. Lascia andare i problemi, libera la mente e il cuore dai vecchi reati e trasgressori. Tutto è ricompensato secondo le loro opere. Dio vorrebbe vederci dimora nell'amore, non odio.

La settimana scorsa della quaresima

Gli eventi accaduti un secolo fa durante la Settimana Santa (settimana) sono ricordati durante il post. Quattro servizi di domenica iniziali sono serviti con la passione Akathist. La chiesa e i credenti ricordano come il Salvatore soffrì e morì sulla croce.

Lunedì, martedì e mercoledì, i misteri dell'Eucaristia concludono l'anno della chiesa, dove alla fine essi ricordano la decisione volontaria di Cristo di accettare i peccati dell'umanità, di soffrire e morire per salvare le persone.

Il Grande Venerdì è il giorno dell'osservanza del posto più severo, dovrebbe essere tenuto in completa astinenza. Il servizio del Grande Sabato, alla vigilia dei mattutini pasquali, sarà segnato dalla lettura del canone davanti alla Sindone.

Come digiunare: cosa sono i monaci e i laici

Lo statuto della chiesa dice: non si devono mangiare prodotti animali (si parla di latte, uova, carne, ecc.) Il lunedì, il mercoledì e il venerdì viene praticato il cibo secco. Puoi mangiare pane, frutta e verdura, bere acqua o composta, il martedì e il giovedì - il cibo caldo è permesso, ma non puoi aggiungere olio.

Nei fine settimana (sabato e domenica), è possibile aggiungere olio al cibo: all'Annunciazione e all'Ingresso del Signore puoi coccolarti con il pesce e sabato Lazarev ti dà l'opportunità di mangiare il caviale. Il lunedì della prima settimana implica il rifiuto totale di mangiare, e il Grande Venerdì della Buona Settimana, l'astinenza fino alla rimozione della Sindone.

Nota: tutte le regole di cui sopra sono obbligatorie per i sacerdoti nell'ambito della carta monastica. Le regole del post per i laici sono molto più sfumate.

Desideroso partecipare alla Grande Quaresima e compiere un'impresa spirituale, il profano collega questa decisione alle circostanze della vita, alla salute fisica e al consulto con un mentore spirituale. Di regola, la pratica del mangiare secco sui laici non si applica e l'uso del cibo senza olio vegetale nei giorni feriali avviene solo in alcuni giorni o è completamente escluso. Pesce e frutti di mare - una questione controversa nel menu dei laici: alcuni sostengono che dovrebbero essere completamente eliminati, qualcuno insiste sulla necessità di un'introduzione alla dieta.

Le donne in posizione o infermieristiche, i bambini, le persone anziane e gli ammalati hanno privilegi speciali. Una condizione sufficiente per l'osservanza del digiuno è il rifiuto della carne (prima di iniziare un digiuno, è meglio consultare il proprio medico). Non penso che il Signore sia contento di perdere la salute o la vita per seguire le sottigliezze della carta monastica. Se ci sono istruzioni separate dal medico sui prodotti animali, pensa, forse ha senso rinunciare a qualcosa di dannoso per il tempo del digiuno, ma qualcosa di così delizioso e amato - dolci, cottura al forno, ecc.

Non esiste una carta separata per i laici, non è prevista dalla Chiesa, e quindi propongo di chiedere consiglio al parroco. E prima di voltare, guarda il calendario monastico, che dà una comprensione del livello di gravità dei giorni di digiuno secondo le tradizioni della chiesa. Molti aspetti possono essere corretti da soli, tenendo conto dei consigli e delle raccomandazioni proposti dal mentore.

Guarda il video: Don Luigi Maria Epicoco - Oltre la morte, solo l'amore resta (Settembre 2021).

Загрузка...

Pin
Send
Share
Send
Send